The world of todays favorite music, lyrics and songs

Download Canzone del Piave - M sica Patri tica Italiana Mp3

Canzone del Piave - Música Patriótica Italiana, Sam!, 03:29, PT3M29S, 4.78 MB, 55,551, 1,212, 0, 2020-03-20 17:39:59, 2022-06-29 08:02:17, True Radio Music, trueradiocork.com.

How to Download:

  • Click 2x
  • If popunder / newtab ads appear, ignore them and return to this page!
  • If it's slow or an error, use an alternative download link!
  • If popunder / newtab ads appear, ignore them and return to this page!

↓↓↓↓↓↓↓

↑↑↑↑↑↑↑

A Canzone del Piave também conhecida como la leggenda del Piave , é uma das mais famosas canções patrióticas italianas . A música foi composta em 1918 pelo mestre Ermete Giovanni Gaeta

A música é dividida em quatro partes, cada uma falando sobre um episódio da campanha: O avanço do Exército de Veneto para a frente; A vergonhosa derrota italiana em Caporetto; A resistência mostrada nas margens do Piave; E a vitória final, em Vittorio Veneto, que terminou a guerra na frente italiana.

Essa música é bem poderosa, pois infla a ideia de como os estrangeiros não são desejados em solo nativo e como devem ser expulsos, não importa como.

Letra/Lyrics:

Il Piave mormorava calmo e placido al passaggio
dei primi fanti il ventiquattro Maggio.
L'esercito marciava per raggiunger la frontiera,
per far contro il nemico una barriera.
Muti passaron quella notte i fanti:
tacere bisognava e andare avanti.
S'udiva intanto dalle amate sponde
sommesso e lieve il tripudiar dell'onde.
Era un presagio dolce e lusinghiero:
il Piave mormorò "Non passa lo straniero!".

Ma in una notte triste si parlò di tradimento,
e il Piave udiva l'ira e lo sgomento.
Ahi, quanta gente ha vista venir giù, lasciare il tetto
per l'onta consumata a Caporetto.
Profughi ovunque dai lontani monti
venivano a gremir tutti i suoi ponti!
S'udiva allor dalle violate sponde
sommesso e triste il mormorio dell'onde.
Come un singhiozzo in quell'autunno nero
il Piave mormorò "Ritorna lo straniero!".

E ritornò il nemico per l'orgoglio e per la fame:
voleva sfogar tutte le sue brame.
Vedeva il piano aprico di lassù, voleva ancora
sfamarsi e tripudiare come allora.
"No!" disse il Piave, "No!" dissero i fanti,
"Mai più il nemico faccia un passo avanti!".
Si vide il Piave rigonfiar le sponde,
e come i fanti combattevan l'onde.
Rosso del sangue del nemico altero,
il Piave comandò "Indietro va', straniero!".

Indietreggiò il nemico fino a Trieste, fino a Trento,
e la vittoria sciolse le ali al vento.
Fu sacro il patto antico, fra le schiere furon visti
risorgere Oberdan, Sauro e Battisti.
Infranse alfin l'italico valore
le forche e l'armi dell'impiccatore.
Sicure l'Alpi, libere le sponde,
e tacque il Piave, si placaron l'onde.
Sul patrio suol, vinti i torvi imperi,
la pace non trovò né oppressi né stranieri.

=====================================
• Canal de Marchas Comunistas: youtube.com/channel/UCbDHqHLv6CnPdkhUCDHdk4Q

• Canal Reserva: youtube.com/channel/UCT9GlDp5OUWChPVI0dnQhVQ

• Canal no BitChute: bitchute.com/channel/eRfh7QvZyD6h/

Recent Download